Informazioni Generali

Tutte le informazioni di cui hai bisogno organizzare per il tuo viaggio in Colombia

FUSO ORARIO
La differenza di fuso orario con l’Italia è:
in periodo di ora solare  – 6 ore
in periodo di ora legale  – 7 ore
PREFISSO TELEFONICO
Il prefisso telefonico internazionale per la Colombia è 0057.
I prefissi locali appaiono nella sezione dedicata alle citta’.
Per chiamare ad un telefono cellulare in tutta la Colombia
anteporre il prefisso 00573 al numero completo del cellulare.
MONETA:        1 euro = 2400 pesos col. (circa)
La moneta locale è il Peso colombiano ($) che ha un valore fluttuante in relazione con il dollaro.
La valuta estera, sia contante che in assegni (eurocheques), può essere cambiata presso le banche e i cambiavalute, pero’ e’ preferibile utilizzare dollari o, ancora meglio, carte di credito. Praticamente tutti i grandi magazzini, ristoranti e negozi accettano le carte di credito internazionali.
CARTE DI CREDITO E BANCHE

Non tutte le banche effettuano operazioni di cambio di contanti e travellers’ cheques. Può capitarvi che alcune banche accettino di cambiare i vostri contanti e che altre filiali della stessa banca si rifiutino di farlo. Le procedure sembrano variare in continuazione a seconda della banca, della città e del giorno, e possono essere ulteriormente complicate se, per esempio, la banca ha raggiunto il suo limite giornaliero di valuta straniera. Per rendere le cose ancora più difficili, di solito le banche effettuano le operazioni di cambio soltanto in determinate ore della giornata, a volte anche solo una o due ore al giorno; in genere il momento migliore è al mattino.

È anche possibile cambiare dollari in contanti per strada, ma non è consigliabile. L’unico posto in cui tale procedura si può prendere in considerazione è alle frontiere, dove potreste non avere altre alternative.

Le carte di debito e credito sono il mezzo più sicuro per accedere al vostro denaro in Colombia. Anche se il loro uso non è così diffuso come in Europa e Nord America, è sempre più facile poter usare le carte di credito nel paese. Potete utilizzare una carta di credito (la Visa è la più diffusa) per noleggiare un’automobile, per acquistare un biglietto aereo e per saldare il conto negli alberghi e nei ristoranti di lusso. Le carte di credito stanno diventando sempre più in uso nei negozi e in altre attività commerciali che forniscono servizi al pubblico. Inoltre, sono sempre di più i cajeros automáticos (sportelli automatici) che accettano Visa e MasterCard. Potete trovare questi sportelli bancomat presso quasi tutte le banche principali.

DOCUMENTI Non vi sono restrizioni di nazionalità per l’ingresso in Colombia. Non è richiesto un visto d’entrata, per i cittadini italiani e’ sufficiente il passaporto valido, purché rimangano sul territorio colombiano un tempo massimo di 90 giorni, per fini esclusivamente turistici.
Per maggiori informazioni si puo’ chiamare il Consolato di Colombia di Milano   02-8051765

VOLTAGGIO L’elettricità è a 110 volt. Le prese sono di tipo americano con spina piatta a due entrate.

ACQUA Nonostante l’acqua sia potabile nella grande maggioranza delle città, conviene bere sempre acqua imbottigliata.

RELIGIONE Nonostante esista assoluta liberta’ di culto e condizioni per il loro esercizio soprattutto nelle grandi città, la maggior parte della popolazione è cattolica.

IL CLIMA

Essendo in una zona di bassa latitudine ha un clima tropicale che non causa grandi variazioni stagionale anche nelle zone di altura. Invece il sistema montagnoso, come fattore principale, accompagnato dagli alisei e dai venti locali sono i responsabili principali delle variazioni climatiche.  Con queste premesse è  possibile dividere il clima colombiano in quattro zone:

  • una calda, con altitudine inferiore a 1.000 m.s.l.m., che comprende circa 80% dell’estensione del paese, con temperature superiori a 24°C
  • una temperata o media, con altitudine tra i 1.000 e 2.000 m.s.l.m., che comprende circa 10% del territorio,  con temperature oscillanti tra 17°C e 24°C
  • una fredda, con altitudine tra i 2.000 e 3.000 m.s.l.m., che copre circa 8% delle terre nazionali,  con temperature oscillanti tra 12°C  e 17°C
  • una desertica, localizzata in cima alle montagne con più di 3.000 m.s.l.m., con temperature inferiori ai 12°C

Il regime pluviometrico definisce: due periodi secchi, dicembre/febbraio e luglio/settembre;  due periodi di piogge, maggio/giugno e ottobre/novembre.  Le precipitazioni sono variabili da moderate a forti, con i  livelli più alti nelle giungla della regione pacifica e nelle terre basse ad est.

VACCINAZIONI ED INFORMAZIONI SANITARIE

La situazione sanitaria colombiana non è diversa da quella dei suoi paesi vicini; è difficile nelle zone amazzoniche, come pure nelle regioni ad est della cordigliera andina (Llanos) e costa del Pacifico, con la presenza di malaria, dengue e febbre gialla. Talvolta si sono verificati in alcune aree del Paese casi di colera. Previo parere medico, si consiglia la profilassi antimalarica per coloro che intendono recarsi nelle zone della costa pacifica, Amazzonica e Llanos orientali, dove è anche presente il dengue. Sempre previo parere medico, è consigliabile la vaccinazione contro la febbre gialla per la costa nord del Paese. Sono inoltre molto diffuse varie forme di infezioni intestinali, che si contraggono attraverso l’assunzione di acqua corrente.
Si suggerisce di bere solo acqua minerale e bibite sigillate, senza aggiungere ghiaccio, o in sua mancanza, di far bollire l’acqua. Evitare di mangiare carne, pesce e verdura cruda; come pure, è consigliabile sbucciare sempre la frutta.

Avvertenze sanitarie (vaccinazioni profilassi) e precauzioni – Non sono richieste vaccinazioni, ma nelle zone amazzoniche sono presenti malaria, dengue e febbre gialla. Nonostante l’acqua sia potabile nella grande maggioranza delle città, è meglio bere sempre acqua imbottigliata, mangiare frutta sbucciata e cibi ben cotti. Nelle zone in elevata altitudine, è facile accusare lievi malesseri, quali vertigini e mal di testa. Meglio stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria. Soprattutto in alcune zone cittadine, e di sera, bisogna usare prudenza vista la diffusione di microcriminalità

ASSISTENZA SANITARIA : è consigliabile stipulare prima della partenza un’assicurazione sanitaria privata, che copra non solo eventuali spese sanitarie o ricoveri in strutture ospedaliere, ma anche il rimpatrio aereo o il trasferimento del malato in un altro Paese.

LINGUA:

Lo spagnolo è la lingua ufficiale della Colombia e con l’eccezione di alcune tribù indigene, tutti i colombiani la parlano. Ci sono circa 75 lingue indigene ancora conservate, tra cui spicca la lingua wayúu, la lingua paez, il guambiano e l’embera. Sebbene l’istruzione nelle scuole della lingua inglese sia inclusa nei programmi, solo nell’arcipelago di San Andrés la popolazione utilizza un dialetto di questa lingua.

GASTRONOMIA :

La cucina colombiana offre numerose specialità infatti, a seconda delle regioni, si possono provare numerosi piatti. Nelle zone costiere e nelle isole a farla da padrone è naturalmente il pesce, cotto spesso arrosto assieme a crostacei (ottime le aragoste e i calamari) e frutti di mare, mentre nelle zone dell’interno la dieta è basata prevalentemente su piatti di carne suina e bovina, cotta sovente arrosto o in umido con contorno di fagioli, riso e patate. Tra i piatti principali ricordiamo la lechona.  Tra le bevande, oltre a quelle analcoliche, molto diffuse, come la coca-cola e la fanta, è diffuso l’uso della birra nazionale, generalmente leggera, del ron e dell’aguardiente. Ma il vero vanto della Colombia è rappresentato dal caffè, che importato in queste terre dagli europei nel XVIII sec. ha trovato qui un ambiente favorevole per riprodursi e, grazie anche a tecniche di lavorazione che si sono evolute nel tempo, è considerato oggi uno dei migliori al mondo.

MANCE E CONTRATTAZIONI :

L’usanza della mancia si ha principalmente nei ristoranti di lusso, dove generalmente è conteggiata come 10% sul conto, e negli alberghi di lusso. Le contrattazioni sono tipiche del luogo, quasi un obbligo! Come in ogni parte del mondo hanno luogo solitamente nei mercati e davanti le bancherelle..

IN VALIGIA :

Per lui: dipende dal tipo di viaggio. Se si va all’interno e in altitudine, nei parchi naturali e nei siti archeologici, è raccomandabile mettere in valigia anche indumenti pesanti. Per le escursioni è meglio vestirsi a strati, visto che c’è anche da camminare: magliette, felpe e maglioni, con scarpe da trekking. Se si punta alla costa o a qualche isola, serve tutto l’occorrente per godersi il relax al mare.

Per lei: per una vacanza di mare bastano pareo, costume e infradito. Un bagaglio leggero, con vestiti e pantaloni informali e colorati. Molto abbigliamento, di stile etnico o coloniale, si può acquistare direttamente sul posto.  Maglioni e abbigliamento tecnico se si mettono in programma escursioni in altitudine.

Ricordarsi di portare con sè, oltre a tutti i farmaci di uso consueto, compresse contro la dissenteria e anche, previa consulenza del proprio medico, un cardiotonico per ovviare ai problemi dell’altitudine se si soffre di pressione bassa.

Viaggi low cost in Brasile | Viaggi low cost a Panama | Viaggi in Centro e Sud America